Networking
Whats behind Social Marketing
May 15, 2010
0

L’essere umano come tale è un animale sociale, ed in modo naturale crea relazioni con altri, con lo scopo di raggiungere obiettivi personali o comuni. Agendo in questo modo l’uomo crea dei gruppi, che in base alla loro grandezza, profondità di obiettivi ed a restrizioni sul numero di appartenenti, possono prendere il nome di corporazioni, alleanze, famiglie e così via fino ad arrivare alla definizione di classi sociali.

Nei suoi processi sociali l’uomo crea in modo naturale (o si aggrega a) dei gruppi attorno a se, i quali si formano grazie alla condivisione comune di valori, idee, passioni od area geografia che hanno la funzione di collante. I gruppi a cui un essere umano appartiene possono essere classificati come due tipologie: i gruppi primari, con i quali si ha un’interazione regolare ed informale, come possono essere ad esempio amici, famiglia o colleghi, ed i gruppi secondari, con i quali si ha un’interazione meno regolare e più informale come possono essere la chiesa o le polisportive. L’essere umano in questo modo crea delle relazioni ed amicizie.

Come citato precedentemente l’uomo racchiude degli obiettivi, che spesso possono incarnarsi nel desiderio di appartenenza a gruppi di riferimento. Questi sono i gruppi invece a cui l’individuo non appartiene, ma a cui aspira e vorrebbe per l’appunto appartenere, questo tipo di gruppo è molto importante per capire i bisogni che l’individuo ha, al fine di appartenere ad un determinato gruppo. I gruppi di riferimento interagiscono con l’utente attraverso tre modalità:

• L’utente viene esposto a nuovi stili di vita

• Il desiderio di appartenenza al gruppo ed il ruolo dei propri modelli influenzano atteggiamenti dell’individuo e l’immagine di sé

• La volontà di appartenenza influenzano le scelte del prodotto e di marca

Una solida campagna di marketing comincia con l’analisi dell’analisi del gruppo di riferimento a cui il Target aspira, ed agendo all’interno dei gruppi sociali a cui appartiene, analizzando le relazioni e le interazioni che vengono create al loro interno, in modo tale da capire il modus operandi con il quale si è in grado di far conoscere un prodotto all’individuo, con l’aiuto di un messaggio non invasivo e considerato utile, e che a sua volta possa creare una conversazione e realizzare delle vendite.

Con la venuta di Internet, e del Web in modo particolare, le persone sono state in grado di creare e mantenere relazioni che in precedenza non sarebbe stato possibile avere, spesso per motivazioni di carattere temporale e di distanza geografica. Gli utenti iniziando così a condividere esperienze ed idee che, con il passare del tempo, riuscivano a creare un coinvolgimento più profondo ed importante, soprattutto grazie al tipo di materiale che le tecnologie sono state in grado di far condividere. Oggi i Social-Networks hanno dato la possibilità di definire maggiormente questi gruppi e renderli capaci di interagire tra di loro usando come chiave principale la condivisione di idee e conoscenza.

Il Social Marketing (o Marketing Sociale) non è nato con Internet, è sempre esistito anche se con diverse modalità. La sua evoluzione è stata resa possibile dallo sviluppo tecnologico che è avvenuto negli ultimi anni, rendendo possibile una più veloce comunicazione tra gli individui di un gruppo ed abbattendo le barriere geografiche. Si è creata inoltre la possibilità di tenere traccia delle interazioni del gruppo stesso, che possono essere utilizzate per definire gli interessi, i bisogni ed i desideri del gruppo o del singolo utente, creando in questo modo messaggi e campagne mirate (un esempio sono gli annunci di Dating Agencies su Facebook se il tuo status è Single.)

Sul Web Marketing c’è la necessità di inserire messaggi sul flusso di informazioni che il gruppo genera, capendo i loro bisogni e chi sono i loro modelli, che a loro volta possono essere utilizzati come canale per trasmettere il messaggio del prodotto, perché con i loro valori e condotta danno maggior valore a ciò che utilizzano o propongono. Questi possono essere anche talvolta considerati come Opinion Leader ossia dei modelli.

Ad esempio questa tattica è utilizzata nella moda non per vendere vestiti, ma per vendere stili di vita, dove si vedono personaggi a cui un gruppo ammira, agire in un certo modo od usare certi prodotti, e per imitazione questi compreranno il prodotto o si comporteranno come tali. Lo stesso succede con i servizi online, dove “Web Gurus” utilizzano nuovi servizi per condividere conoscenza ed esperienze, che per essere raggiunte i “followers “dovranno diventare utenti, ed a loro volta utilizzeranno lo stesso mezzo di comunicazione per condividere il loro sapere con altri.

Spesso le comunità online possono essere riassunte in questa quota di Jerry Grant Blakeney, “It is amazing how you can surround yourself with so many people you can call friends, and yet actually only have one or two real ones” che riflette lo status di molti utenti sui Social Networks. Agire sulle comunità può essere estremamente efficace se si riesce a comprendere i bisogni del gruppo stesso.

About author

Tribe or Community. Ask Lady Gaga.

L’essere umano come tale è un animale sociale, ...

Read more

The State of Europe at SXSW 2012

L’essere umano come tale è un animale sociale, ...

Read more

What to do at the SXSW

L’essere umano come tale è un animale sociale, ...

Read more

There are 0 comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Bitnami